07 Nov

La maratona di New York-la favola

Ore 04.00 di domenica, la sveglia non è ancora suonata ma di dormire proprio non se ne parla. L'adrenalina è già in circolo e l'attesa che ci separa dal grande evento sembra infinita. Le luci di New York sono tutte accese, i pullman per Verrazzano ancora spenti, ma il cuore di ogni Runner ha già iniziato a battere forte. Ci siamo, appello come a scuola prima della partenza, tutti presenti! Nessuno è in ritardo, nessuno vuole mancare all'appuntamento più atteso dell'anno. Entusiasmo, tensione, passione: un mix di emozioni difficile da spiegare solo con le semplici parole.

Partiti, Verrazzano 
attende la fila lunghissima di autobus in coda per i trasferimenti. Sembrano infinite le ore di attese prima della partenza, ma la maratona di New York è anche godersi ogni istante, quindi poco importa se il tempo che ti divide dal via sarà di due,tre, quattro ore. Ecco ci siamo, lo start è vicino, intorno a te persone con lo stesso sorriso, la stessa voglia di partire, i battiti iniziano ad aumentare, via! Il percorso non è come uno lo immagina, è molto meglio. Solo vivendo questo grande evento sportivo ti rendi conto di cosa significhi essere là in mezzo ad oltre 50000 persone. Inconsciamente vengono giù delle lacrime, la felicità esplode dentro di te. 

Nei minuti successivi alla partenza, il ponte si affolla di corridori, creando così una scena maestosa divenuta emblematica della corsa stessa. Dopo la discesa dal ponte di Brooklyn, si entra nel Queens, uno dei quartieri più belli della Grande Mela. Le immagini che scorrono lungo tutto il percorso sembrano un film visto prima solo nei sogni più belli. Arrivati sull'East River la fatica inizia a farsi sentire, le gambe iniziano a tremare un pò, questo è il punto più difficile della gara. Ma nessuno vuole fermarsi proprio ora "the show must go on"! I duri allenamenti per arrivare dall'altra parte dell'oceano, i sacrifici per realizzare un sogno, le persone più importanti della tua vita che sono al traguardo ad attenderti... no la stanchezza non fermerà questa favola! Uno sguardo al Bronx, alle sue controversie, alla sua storia e via ancora verso Manhattan. Che spettacolo questa TCS New York City Marathon!

Il Gospel di Harlem ha già smesso di 
suonare nelle diverse chiese e senza neanche accorgertene sei già in direzione Central Park. Migliaia di persone ad attenderti, quello che hai sempre immaginato sta diventando realtà, il traguardo è lì a soli 500 metri, tu sei il protagonista! Forza Runner ci sei, prenditi la tua medaglia e festeggia con la tua famiglia, i tuoi amici, con tutta New York. 
 
Via con le foto di rito, ma l'immagine più bella sarà sempre quella che porterai dentro di te: una favola lunga 42 km. 
 
Da New York per quest'anno è tutto, Buona notte Italia, Buona notte Grande Mela.
 
Antonio Gallo

Archivio