21 Lug

L'importanza della pasta nell'alimentazione dello sportivo

Tra le tante cose di cui un italiano può andar fiero c’è sicuramente il buon cibo. Una corretta alimentazione associata all’attività fisica sostiene un benessere psico-fisico duraturo. La dieta mediterranea garantisce un’alimentazione salutare nel lungo termine legata anche alla sua facilità di esecuzione ed inoltre aiuta a proteggerci da malattie cardiache, diabete, eccesso di peso. Infatti essa aiuta ad abbassare il colesterolo, diminuisce la pressione sanguigna e nel complesso migliora l’efficienza fisica  e la capacità di prestazione sportiva.
 
Ogni Runner sa che prima di affrontare una maratona c’è bisogno di un corretto apporto di energia. Quale miglior alimento se non la nostra pasta che garantisce la carica giusta? Alle olimpiadi di RIO 2016 sono stati consumati ben 2700 kg di pasta italiana, oltre 1000 piatti di pasta al giorno serviti nelle settimane delle gare. Campioni del calibro di Usain Bolt e Micheal Phelps hanno consumato quotidianamente la nostra pasta italiana. Questo perché nel caso di prestazioni sportive aerobiche, quando di durata superiore ai 60 minuti, è richiesto un apporto di carboidrati  maggiore rispetto a quanto indicato per la popolazione in generale. L’alimentazione per un Runner, prima di un evento sportivo, richiede un’idratazione ottimale e, nei giorni antecedenti la gara, un aumento della percentuale dei carboidrati.
 
Questo garantisce una riserva ottimale di glicogeno. Ma qual’è il menù ideale prima di una gara? Bisogna trovare il giusto equilibrio tra leggerezza e carico di energia. Così una semplice insalata con l’aggiunta magari di un po’ di carne bianca, un piatto di pasta al pomodoro con del Parmigiano Reggiano, un dolce “secco” finale costituiscono il menù ideale. La pasta è un alimento importante per tutti gli sportivi! Partecipa anche tu al nostro Pasta Party Barilla sabato 4 novembre presso il Barilla Restaurants. Rendi unica la tua maratona di New York!
Contattaci subito per informazioni e prenotazioni.

Archivio