TOSCANA VERDE IN BICI


Toscana verde in bici nasce dalla collaborazione tra B2R e Marcello Bonini esperta ed apprezzata guida cicloturistica con un’approfondita conoscenza dei luoghi previsti durante il tour.

Faremo base sulle colline senesi in un tipico casale/agriturismo con una forte vocazione all’ospitalità ed in modo particolare a quella ciclistica. Ogni giorno Marcello vi condurrà su straordinari percorsi in mezzo alla campagna toscana ed avrete la possibilità di visitare borghi magici, degustare vini eccezionali ed i piatti dell’ottima cucina toscana.

Nel programma sono indicate le tre date al momento disponibili, le quote con un ottimo rapporto qualità-prezzo sono state calcolate sulla base di 6 partecipanti.

Se avete altre esigenze di date o siete più di 6 fateci sapere che cercheremo di trovare delle soluzioni alternative.

LEGGI IL PROGRAMMA

Date ancora disponibili:
dal 2 al 7 agosto
dal 16 al 21 agosto
dal 27 settembre al 2 ottobre

PEDALATE
Giorno 1: Val Di Chiana e Lucignano 58km – 930 mt +
Giorno 2: Pienza e Montepulciano 93 km – 1700 mt +
Giorno 3: Montalcino 78 km – 1250 mt +
Giorno 4: Siena 90 km – 1500 mt +
Giorno 5: Chianti 93 km – 1200 mt +

Tutti le pedalate si svolgeranno su percorsi asfaltati con partenza e ritorno a Serre di Rapolano e sono adatti a bici da strada o ibride da cicloturismo.

Su richiesta è possibile inserire tratti sterrati – le famose strade bianche – percorribili con bici da strada, ibride da cicloturismo o gravel con coperture da 28/35 mm.

La sistemazione è prevista a:

L'Agriturismo il Molinello, completamente ristrutturato, si trova appena fuori Siena, offre ampi spazi aperti dove la vista si perde nell'orizzonte, fatto di sinuose colline e delle tipiche crete senesi che caratterizzano quest'area di Toscana.
L'agriturismo a gestione familiare offre camere ed appartamenti self catering, oltre ad un'intera villa che può ospitare fino a ben 13 persone, ultima novità della struttura. L'arredo riflette la bellezza del paesaggio che la circonda, in tipico stile country, ogni camera è distinta dalle altre per le proprie caratteristiche ed ognuna con il suo bagno privato.
Il casale è molto ben organizzato per l'ospitalità ciclistica, con un garage/cantina completamente attrezzato ad officina ed uno spazio esterno adatto al lavaggio delle bici. Inoltre, il proprietario possiede una ventina di bici d'epoca e numerose altre bici che possono essere noleggiate in caso di bisogno.

Lucignano, borgo medievale dal caratteristico impianto ad anelli concentrici, si trova all’incrocio fra le province di Firenze, Arezzo, Siena e Perugia ed è considerato «la perla della Val di Chiana. Bandiera arancione del Touring Club, possiede un notevole patrimonio artistico, paesaggistico ed enogastronomico.
Lucignano è un piccolo borgo e rappresenta uno degli esempi più interessanti di urbanistica medievale per il suo impianto ellittico ad anelli concentrici. La felice collocazione geografica , sulla sommità di una collina al confine fra gli antichi possedimenti di Firenze, Arezzo, Siena e Perugia, lo ha reso strategicamente importante fin dall’antichità.
La Val di Chiana è una grande area pianeggiante, attraversata dal fiume Chiana. Su questa vallata, che poi è una grandissima pianura fertile, si affacciano il Lazio, l’Umbria e la Toscana. Quest’ultima, con le province di Arezzo e di Siena. Il fiume Chiana, antico affluente del Tevere, fu deviato dai romani in modo che le sue acque affluissero nell'Arno, riducendo rosi I rischi di piena del Tevere a Roma.
La Val di Chiana era considerata in epoca antica il granaio dell'Etruria, grazie alla fertilità del suolo e alla ricchezza delle sue coltivazioni. La valle era anche attraversata da due importanti arterie romane, la Via Cassia (vetus) e la Via Clodia, gli insediamenti principali in epoca etrusca e romana erano Cortona e Chiusi.

L’incantevole borgo di Pienza è ampiamente conosciuto come la città "ideale" del Rinascimento, creazione del grande umanista Enea Silvio Piccolomini, diventato poi Papa Pio II. Piccolomini aveva le possibilità economiche e l'influenza per poter trasformare il suo umile villaggio natio, Corsignano, in quella che riteneva dovesse essere una città utopica, che avrebbe dovuto incarnare i principi e la filosofia dell'età classica e del grande Rinascimento italiano. Il progetto venne realizzato dall'architetto Bernardo detto il Rossellino, sotto la guida del grande umanista Leon Battista Alberti. In soli 3 anni venne realizzato un complesso di bellissimi ed armoniosi palazzi: la Cattedrale, la residenza papale o Palazzo Piccolomini, il Comune, e l'incantevole piazza centrale.
Famosa per il vino a cui dà il nome, Montepulciano sorge su un colle a 600 metri sul livello del mare: da quest’altezza è facile perdersi con lo sguardo tra le verdi colline toscane, le coltivazioni di olivi e vigneti e i cipressi che scandiscono piacevolmente tutto il paesaggio. Dalla Torre del Palazzo rinascimentale di Montepulciano lo sguardo arriva fino ai Monti Sibillini e al Cimone e quando l’aria è particolarmente limpida anche il Gran Sasso d’Italia in Abruzzo.

Non appena farete il vostro ingresso nel paesaggio lunare delle Crete Senesi, a sud est di Siena e della Valdorcia, vi sembrerà di entrare in un altro mondo, che per le sue distese collinari dalle sfumature grigiastre e quasi prive di colore, ricorda le immagini a noi pervenute del suolo lunare. I poggi di argilla che caratterizzano il paesaggio sono il risultato della continua erosione dei sedimenti del mare del Pliocene che ricopriva l'intera zona tra 2,5 e 4,5 milioni di anni fa. L'area, spesso chiamata anche con il nome di Deserto di Accona, è ricca di tracce e reperti di civiltà antiche, di caratteristici borghi medievali, festival cuinari e tradizionali e paesaggi mozzafiato.
Il borgo è rimasto pressoché intatto dal XVI secolo. Una volta raggiunta la cima su cui si erge Montalcino, un vero e proprio spettacolo si apre davanti agli occhi: un continuo susseguirsi di sinuose colline punteggiate qua e là da fiori gialli e rossi, antiche querce, pittoreschi alberi d'olivo, panoramiche strade di campagna che serpeggiano attraverso armoniosi vigneti e cipressi isolati qua e là. Il centro storico è dominato dalla possente Rocca, fortezza costruita nel 1361 per segnare il passaggio della città sotto il dominio di Siena. Il panorama che si gode dai bastioni della rocca è davvero spettacolare; và dal Monte Amiata, attraverso le Crete fino a Siena, e attraversa tutta la Val d'Orcia fino alle colline della Maremma.

Situata nel cuore della Toscana e circondata da colline, Siena è una delle città medievali più belle d' Italia. Fulcro della città è la famosa Piazza del Campo, dalla particolare forma a conchiglia, nella quale si tiene il celebre Palio, uno degli appuntamenti più importanti per tutti i senesi le cui origini sembrano risalire al Seicento. Il Campo è dominata dal rosso Palazzo Pubblico e dalla sua torre, chiamata Torre del Mangia. Il Palazzo Pubblico, così come il Duomo di Siena, fu costruito durante il Governo dei Nove, che fu il periodo di massimo splendore economico e culturale di Siena. Il Palazzo ancora oggi ospita gli uffici del Comune, analogamente a Palazzo Vecchio a Firenze. Dal cortile interno al Palazzo si accede al Museo Civico ed alla Torre del Mangia, in cima alla quale, saliti i 500 gradini, si gode di una splendida vista sulla città.
Al centro della Toscana, tra Firenze, Siena e Arezzo si trova il Chianti. Un susseguirsi di colline, borghi dove il tempo si è fermato, fortezze, pievi e case di campagna: una natura suggestiva e ricca non solo di bellezze e di storia ma anche di prodotti unici e inimitabili che hanno reso questa regione famosa in tutto il mondo.
Il Chianti è costellato di caratteristici borghi, ognuno con la sua architettura e paesaggi rimasti incontaminati nel tempo, edifici medievali, chiese, testimonianze storiche e artistiche da scoprire. Situato in un'area che abbraccia le province di Firenze e Siena, quella del Chianti è una regione così variegata nei suoi paesaggi e panorami quanto lo è nei suoi vini.